Shooting in TFCD

Per rinnovare ed ampliare il proprio portfolio a volte i fotografi usufruisco della modalità di pagamento / retribuzione TFCD o TFP, perchè ritengo che si possono ottenere ottimi risultati vantaggiosi per entrambi, primo fra tutti la possibilità del fotografo di realizzare degli studi (sulla luce, d’arte, o di un nuovo genere…) e della modella di aggiornare il suo book con nuovi scatti di differenti fotografi per renderlo il più completo possibile.
Senza scambi di denaro, ma scambi di professionalità.
Per chiarezza vediamo cosa la modella e il fotografo si scambiano:

La modella ci mette:
- 1 giorno (time) di posa per lo shooting
- eventualmente il biglietto del treno o la benzina per raggiungere la location

Il fotografo ci mette:
- 1 giorno (time) per gli scatti
- 2 giorni (more time) per la post produzione di una trentina di scatti
- la quota parte (money) dell’ammortamento di sala posa, attrezzatura, etc…
- le stampe o il CD

E poi c’è la parte di denaro (money) per make-up artist ed hair-stylist che a volte le parti concordano che sia a carico della modella, altre volte a carico del fotografo.
Quindi a conti fatti non è solo la modella ad impegnarsi in questo tipo di rapporto, ma economicamente il fotografo è quello che si impegna maggiormente.

Ricordiamo che il soggetto dovrà firmare una liberatoria che autorizzi il fotografo a poter utilizzare le foto per concorsi fotografici, pubblicazione cartacea, arricchimento proprio portfolio cartaceo o web, pubblicazione online riguardo a concorsi, etc...
Il diritto di utilizzo delle stesse si intende concesso senza limiti di tempo, a meno che non sia stata trasmessa richiesta scritta contraria a tale concessione, che fissi così un termine all'utilizzo delle immagini.
L'autore delle immagini si impegna a non fare uso alcuno che possa risultare lesivo della dignità o della reputazione del soggetto fotografato.