Cos’è la Native Advertising?

L’obbiettivo principale della Native Advertising è quello di “immergere” un contenuto pubblicitario all’interno del contesto.
Pertanto il messaggio pubblicitario viene confezionato sapientemente ed assume le stesse sembianze del contenuto diventandone parte integrante, con l’obiettivo di catturare l’interesse dei lettori.
Tale tecnica pubblicitaria fonde il contenuto e i messaggi pubblicitari all’interno del contesto editoriale in cui vengono collocati, e si distingue dal pubbliredazionale grazie all’esplicitazione dell’inserzionista.

 

Si suppone che questa tecnica verrà impiegata sempre più; i branded content conquisteranno maggior spazio nel tentativo di aiutare le aziende a vendere in modo innovativo i loro prodotti o servizi, e i siti ospitanti a trovare finalmente una fonte di revenue interessante ed innovativa. Questo modello metterà a dura prova la capacità del lettore di riuscire a distinguere i contenuti editoriali da quelli pubblicitari, sempre se questa separazione a loro importi ancora.
Uno dei primi ad utilizzare il termine Native Advertising fu Dan Greenberg, CEO di Sharethrough.

GLi analisti prevedono che entro il 2016 ci sarà il boom degli investimenti per questa nuova forma pubblicitaria, stiamo parlando di 3 miliardi di dollari entro la fine dell’anno. Il 59% delle agenzie pubblicitarie credono nelle potenzialità di questa nuova forma pubblicitaria; il 57% degli investitori punterebbero su questo nuovo tipo di advertising.

Un esempio di Native Advertising perfettamente riuscito è quello apparso l’anno scorso sul sito di WeTransfer, gli utenti vedranno comparire sul proprio schermo una Land Rover Defender come immagine di fondo, il box di upload dei file è stato progettato in modo tale che si posizioni sul vano di carico e che coincida perfettamente come ingombro, ciò permette di caricare virtualmente i propri file pesanti direttamente sul fuoristrada.
Il progetto è sicuramente geniale perchè i due protagonisti di questo esempio di Native Advertising si integrano alla perfezione ed i due contesti sono assolutamente coerenti l’uno con l’altro. Stiamo parlando di Land Rover, brand automobilistico e leader indiscusso per i fuoristrada, quindi in grado di caricare pesi notevoli, e WeTransfer, il sito che permette di trasferire files notevolmente pesanti. Entrambi questi due brand trattano “mezzi pesanti” ed hanno unito le forze per lanciare un originale progetto di Native Advertising. Complimenti per l’idea!